E adesso?

giovedì 27 novembre 2008



Il bambino che non gioca non è un bambino, ma l'adulto che non gioca ha perso per sempre il bambino che ha dentro di sé.
Pablo Neruda


L'ingenuità viene generalmente vista come un difetto, spesso scambiata per stupidità o sprovvedutezza. Ma io credo che chi la perde diventa una persona arida, "che non sa che farsene della sincerità" perché crede il mondo sia una giungla "dove tutti son più furbi".

Credo che la vita vada affrontata come fanno i bambini.

Leggi il testo della canzone E adesso che tocca a me.

19 pensieri e riflessioni:

ASTERIX ha detto...

Muore lentamente chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai consigli sensati.

ASTERIX ha detto...

un salutone ,un mega saluto ,un grandissimo saluto ,un galattico saluto....il tuo team

Calliope ha detto...

Ciao Memole.
Condivido..ma solo in parte ciò che hai scritto e te ne spiego il perchè.
Ci son delle fasi della vita alle quali non si può sfuggire.
La frase..ed adesso che tocca a me..dovremmo ripetercelo sempre e non solo in certe occasioni.
Il bambino che c'è in noi non muore mai se lo lasciamo vivere per come deve vivere, sia nel volerlo a tutti i costi, sia nel volerlo cancellare.
Bisogna prendere dall'adulto che abbiamo dentro solo le cose belle e lasciarci "giocare" il bambino che è in noi..ed è il connubio più bello che possa esistere..ma fuori ci son troppi squali che son pronti ad agguantare i bambini..quindi un poco di autodifesa non guasta..prova ne sia che siam proprio noi adulti-bambini che cerchiamo di salvaguardare i bambini-bambini.
Spero di essere stata chiara nel mio concetto :((
Un bacione e buona giornata!!

frufrupina ha detto...

Ciao memole grazie mille per la tua visita al mio blog...cè una cosa carina che ho fatto per tutti voi..anche per te...Ti abbraccio forte.

GIACOMO ha detto...

La vita va affrontata come fanno i bambini? non ricordo come io l'affrontavo, da piccolo....
... ma era tutto sicuramente più facile per me, in quegli anni.

:)

Melpomene ha detto...

Come al solito sono d'accordo con ciò che dici,e Vasco è sempre Vasco!sono passata per un salutino,è un pò che non ci si chatta!

Peppe ha detto...

Hai ragione!!!

digito ergo sum ha detto...

vasco a parte (de gustibus non disputandum est...) il resto lo trovo davvero bello. e son d'accordo con te.

ha detto...

Sono d'accordo con te e sono d'accordo anche con Calliope!
Un saluto veloce ;)

Luca and Sabrina ha detto...

Quelli che consideriamo difetti, ingenuità, spontaneità, fragilità, vulnerabilità, in verità sono ciò che più di tutto il resto ci rende umani, ma che fine hanno fatto? Spesso ce lo chiediamo! La sensibilità, la voglia di giocare, di sentirsi sempre un po' bambini, bambini che amano scoprire, che si emozionano davanti alle cose ed alle persone..... tolto tutto questo rimane una scorza che di umano ha molto poco! Siamo d'accordo con te!
Saluti da Sabrina&Luca

ASTERIX ha detto...

un grazie non basta.....ma accettalo di cuore

Pupottina ha detto...

buon inizio settimana e mese


^__________________^

Memole ha detto...

Grazie @Asterix per questa massima. E' bellissima! :)

@Calliope certo il giusto sta sempre nel mezzo, però credo che se tutti conservassero dentro di sé la purezza dei bambini il mondo sarebbe un posto migliore.
Un bacione

Grazie @Frufrupina è un regalo graditissimo! :)

@Giacomo credo che, come tutti i bambini, affrontavi la vita in modo semplice, sincero e puro. Per questo tutto era più facile.
:)

Ciao
@Melpomene,
@Peppe,
@Digito,
@Jessica .
Mi fa piacere che siete d'accordo. Grazie per la visita. Un abbraccio. :)

@Luca e Sabrina benvenuti! :)
E' verissimo quello che dite.
Un salutone.

@Puppottina un grande abbraccio a te.

frufrupina ha detto...

Ciao bellissima...anch'io sono molto onorata di averti conosciuta...e di fare parte del tuo blog...è una favola!bello questo post...bravissima condivido tutto quello che hai scrtto...Ti abbraccio fortissimo.Kiss.

Memole ha detto...

@Frufrupina grazie... ma sei troppo buona!
Ricambio pienamente. Un grosso abbraccio. :)

Lulù ha detto...

Ciao Memole, hai ragione dovremmo continuare a coltivare il bambino che è in noi. Sì coltivare perché spesso quando cresciamo è la stessa vita che ci fa perdere il filo con quel bimbo, e, invece, noi dovremmo sempre tenere ben stretto il lembo di filo che ci lega al bambino che eravamo e che dovrebbe essere in tutti noi.
Credo che se guardassimo le cose con gli occhi dei bambini noi adulti scopriremmo quanto è stupida la guerra.
Un bacio e complimenti sai toccare argomenti importanti in modo semplice.
Lulù

Memole ha detto...

Grazie @Lulu :)
Sono d'accordissimo con te sulla guerra... e non solo!
Un abbraccio

Ideen ha detto...

La penso come te! Completamente!!!
Un augurio per una bellissima serata,
Ideen

Memole ha detto...

Buona serata @Ideen, un abbraccio. :)

Posta un commento

 
◄Design by Pocket